Come difendersi dall’Oziorrinco

L’Oziorrinco è un insetto coleottero con abitudini notturne. Durante queste ore agisce erodendo le foglie con l’apparato boccale masticatore di cui è dotato Le erosioni, limitate ai margini fogliari, hanno la caratteristica forma a mezzaluna. Anche le forme giovanili di quest’insetto, cioè le larve, sono dannose, in quanto si alimentano sulle radici della pianta, erodendole.

Consigliamo di trattare il terreno con insetticida del terreno e l’apparato fogliare con insetticida a base di Deltametrina. Un trattamento al terreno va fatto anche nel periodo invernale quando gli insetti si rifugiano nel terreno.

I prodotti che consigliamo:

Per il trattamento fogliare
Per il trattamento del terreno

Restailing della rotonda Fulvio Bernardini

A giugno 2019 si è proceduto al restailing della rotonda così come la vediamo ora

Abbiamo usato 5 “giocatori” in arte topiaria di Ligustro. C’è l’Alloro, la Gaura, l’Hemerocallis, la Lavanda, il falso gelsomino e la Gravillea

Per le fioriture Stagionali usiamo le Begonie giganti in primavera e le Viole in autunno

Il portiere è Negri, il goal di Pascutti con Burnich, il colpo di testra di Savoldi e la rovesciata di Paramatti

Delosperma Cooperi

Il Delosperma cooperi è una pianta di grandi soddisfazioni perchè rende facile il risultato anche per chi è poco esperto. Ama il sole e ogni anno, a marzo, va rigenerata con terriccio e concime.

E’ un ottimo coprisuolo con fioritura da aprile a giugno. Resiste ai geli invernali. Ottima anche in vaso.

Ideale per la basasa manutenzione che richiede, ma questo non vuol dire che va dimenticata.

Piretro o Tanacetum Cinerariifolium

Il Piretro o Tanacetum Cinerariifolium detto anche piretro della Dalmazia è coltivato come insetticida.

Dai capolini raccolti appena schiusi, fatti essiccare all’ombra e macinati si ottiene una polvere giallo-verdognola detta “razzia” o piretro dall’alto potere insetticida in quanto contenente particolari principi attivi (le piretrine) che agiscono sul sistema nervoso degli insetti. (da https://it.wikipedia.org/wiki/Tanacetum_cinerariifolium )

Disponibilità marzo giugno

Tabella di riferimento per il prato

Questa tabella indica le fasi da seguire per mantenere un prato in buone condizioni. Ricordiamoci di rispettare almeno le tre regole del taglio – concimazione – irrigazione

Tabella delle operazioni per il prato.

 GenFebMarAprMagGiuLugAgoSettOttNovDic
Preparazione terrenoxx     xx   
Semina  xx    xx  
Concimazionixxxxxxxxxxxx
Diserbo foglia larga   xx   x   
Diserbo foglia strettaPost emergenza      xx    
Diserbo foglia strettaPre emergenza    xxx     
Controllo muschio  xxx   xx  
Syrynging      xx    
Verticut   x    x   
Carotatura-bucatura   x    x   
Top dressing – sabbiatura   x    x   
Tra semina  xx    xx  
       

Maggio

COSA FARE NELL’ORTO:

Seminare i fagiolini seguendo la luna sia a seme nero che a seme banco. Seminare i Fagioli Borlotti

A Bologna si può iniziare a piantare all’aperto il Basilico che è l’indicatore dell’estate.

Si può fare “tutto” senza paura.

Controllare le serre evitando gli sbalzi di temperatura, andando ad  arieggiare il più possibile durante il giorno.

Controllare l’impianto di irrigazione.

Godetevi ora il vostro amato orto.

 COSA FARE NEL GIARDINO:

Concimare sempre con il Dermazoto ricordando che per le piante a fiore serve una miscela con Stalfert e Dermazoto al 50%.

Il prato va irrigato sempre la mattina e concimato con concimi chimici e organici, tagliato e controllato.

Piantare tutto disperatamente.

Godetevi ora il vostro amato giardino.

COSA FARE NEL TERRAZZO:

Controllare l’irrigazione e ricordarsi di cambiare la pila. Anche qui si innaffia sempre alla mattina presto.

Godetevi ora il vostro amato terrazzo.

Aprile

COSA FARE NELL’ORTO:

Vangare e concimare con Stalfert.

Aprile è il mese ultimo per seminare i piselli. Guarda il calendario lunare delle semine

Come per i piselli, anche per i fagiolini si guarda la luna e con questo mese si può iniziare con la semina della varietà a seme scuro, che trattenendo meno acqua sono più indicati per la semina anticipata.

A Bologna si consiglia di piantare i pomodori, i zucchini, le melanzane, i cetrioli e i peperoni dopo il 15 di aprile a causa delle temperature minime non sempre buone

COSA FARE NEL GIARDINO:

Vangare e concimare tutto il verde con il Dermazoto, mentre per tutte le piante che vanno a fiore concimare con Stalfert e Dermazoto al 50%.

Il prato va concimato con il Dermazoto ( gr.100 al mq.) e con Zeotech N oppure Zeotech Gold o Zeotech Sport PlusArieggiare ed eventualmente traseminare. Quest’anno la stagione sta posticipando le semine. Bisogna stare attenti.

Gli Oleandri si possono potare ora come gli olivi, fuori dalle gelate. Questa regola che vale per Bologna citta climaticamente complessa a causa anche della “Guazza”, della Brina e della Galaverna dovuta principalmente all’umidità elevata.

Appena la stagione partirà, con le prime piogge calde, troverete un giardino bellissimo, forse più bello degli altri anni.

Piantate le viole mammole, le viole cornute, i miosothis, i ranuncoli e i papaveri nudicali. Prepararsi a fine mese alla messa a dimora delle piante annuali come i tagete, le begonie, l’alisso, gli agerato e le Petunie. Per i fiori di vetro e per i Coleus è meglio aspettare Maggio così come per la Nuova Guinea.

Prendere fuori dalle serre e dai luoghi riparati gli agrumi, i gerani, gli oleandri e tutte le piante sensibili al freddo

COSA FARE NEL TERRAZZO:

Le piante in cassetta vanno potate se necessario e concimate con Dermazoto. Muovere il terriccio e aggiungerne del nuovo. Consigliamo  Terrabrill Universale

Controllare l’irrigazione e preparasi alla riattivazione dell’impianto.

Ricordatevi  che a Bologna Il basilico si pianta all’aperto dal 1° maggio momento in cui possiamo uscire alla sera in camicia. Diffidate chi vi  propone il basilico da febbraio e chi vi dice che è ora di piantarlo o seminarlo all’aperto. ?

Marzo

Marzo è il mese in cui si allungano le ore luce e iniziano i primi segnali della primavera con le prime fioriture

COSA FARE NELL’ORTO:

Vangare e concimare con Stalfert.

Seminare piselli, fave, aglio, cipolle, scalogno, patate, radicchi, insalate….

Piantare piselli, fave, aglio, cipolle, scalogno, radicchi, insalate….

Si può iniziare a fare “tutto” ma con cautela.

Ricordiamoci che il rischio gelate è assicurato fino ad aprile. Solitamente è la Pasqua il riferimento per iniziare in maniera seria la messa a dimora delle piantine dell’orto. L’inverno non l’ha mai mangiato nessuno, però…

Controllare le serre evitando gli sbalzi di temperatura, andando ad  arieggiare il più possibile durante il giorno.

COSA FARE NEL GIARDINO:

Vangare e concimare tutto il verde con il Dermazoto, mentre tutte le piante che vanno a fiore con Stalfert e Dermazoto al 50%

Il prato va concimato con il Dermazoto (gr.100 al mq). Arieggiare ed eventualmente traseminare verso fine mese quando le temperature minime sono più alte.

Il gelo ha creato non pochi problemi. Bisogna potare gli oleandri e gli allori che il gelo ha bruciato. Andate a cercare nella potatura la parte verde. Potate tutto il secco e riducete di un terzo o a metà la lunghezza dei rami. Controllate lo stato delle Mimose.

Rinnovate il terreno acido nelle acidifica: rododendri, azalee, camelie ed ortensie. Consigliamo Terrabrill acidofile

Non abbiate paura di trovare il giardino in cattivo stato. Appena la stagione partirà troverete un giardino bellissimo, forse più bello degli altri anni.

Piantare le viole mammole, le viole cornute, i miosothis, i ranuncoli i papaveri nudicali.

COSA FARE NEL TERRAZZO:

Le piante in cassetta vanno potate se necessario e concimate con Dermazoto. Muovete con una paletta il terriccio e aggiungetene del nuovo. Consigliamo Terrabrill Fioriere o Terrabrill Universale per le piante acide Terrabrill acidofile

Controllare l’irrigazione e verso fine Marzo riattivare l’impianto. Se è caldo e non piove sim può iniziare ad innaffiare anche 1 o 2 volte la settimana.

Febbraio

Nell’orto:

Il ghiaccio è un buon aiutante. Vangare e lasciare le zolle esposte al ghiaccio. La disidratazione che ne consegue frantuma la terra rendendola farinosa e uccide le erbacce. Ricordarsi di concimare con lo Stalfert sapendo che bisogna interrarlo. Per disinfettare il terreno è necessario usare la Calciocianamide, dove per un mese non si può seminare o trapiantare nulla. Per questo motivo si consiglia di farlo ora.

Nel Giardino:

pulire le foglie, vangare le aiuole e potare le piante ad esclusione di quelle mediterranee sensibili al freddo. E’ anche vero che se si pota ora, che non è freddissimo e poi viene a ghiacciare, può essere pericoloso per le farita che la potatura determina, non essendo ancora cicratizzata, può necrotizzare parte del ramo. Concimare tutto con il Dermazoto.

In Terrazza:

controllare di aver chiuso l’acqua e messo al riparo le centralina a pila. Concimare tutto con il Dermazoto.

Gennaio

Nell’orto:

il ghiaccio è un buon aiutante. Vangare e lasciare le zolle esposte al ghiaccio. La disidratazione che ne consegue frantuma rendendola farinosa e uccide le erbacce. Ricordarsi di concimare con lo Stalfert sapendo che bisogna interrarlo. Per disinfettare il terreno è necessario usare la Calciocianamide, dove per un mese non si può seminare o trapiantare nulla. Per questo motivo si consiglia di farlo ora.

Nel Giardino:

pulire le foglie, vangare le aiuole e potare le piante ad esclusione di quelle mediterranee sensibili al freddo. E’ anche vero che se si pota ora, che non è freddissimo e poi viene a ghiacciare, può essere pericoloso per le farita che la potatura determina, non essendo ancora cicatrizzata, può necrotizzare parte del ramo. Se l’erba cresce tagliatela, non fatela allungare troppo, poiché se nevica piegandosi su se stessa potrebbe marcire. Concimare tutto con il Dermazoto.

In Terrazza:

controllare di aver chiuso l’acqua e messo al riparo le centralina a pila. Concimare tutto con il Dermazoto.