Il Nocino e la notte di San Giovanni

Nella notte fra il 23 ed il 24 giugno, giorno di San Giovanni, la tradizionale raccolta delle noci per fare il nocino.

Nella notte magica di San Giovanni si pensava che alcune erbe acquistassero poteri particolari.

Nocino modenese: digestivo. Si prepara per San Giovanni a settembre raccogliendo 30 noci con il mallo ancora verde. Servono inoltre 750 gr di zucchero, 2 gr di cannella, 10 gr di chiodi di garofano, 10 chicchi di caffè, la scorza di un limone tagliata a pezzi, 1 litro e ½ di alcool 95° e 400 gr acqua. Si tagliano le noci in quattro parti e le si mettono in una damigiana a bocca larga insieme agli altri ingredienti. Si espone al sole per 50 giorni, agitando spesso. Successivamente si filtra e si imbottiglia. Spesso si lascia in infusione per un anno e si imbottiglia per il successivo San Giovanni.

Secondo nocino: aperitivo. Ingredienti: 30-33 noci già usate per l’infuso del nocino, 2 litri di ottimo vino bianco secco o due litri di vermouth chinato. Al momento di filtrare il nocino, tenete da parte i malli delle noci. Aggiungete il vino bianco e lasciate al sole per un mese. Filtrate ed imbottigliate.

Qui tutto quello che ti serve.

Liquori fatti in casa. Le ricette

Grappa al basilico: ottimo digestivo. Si prepara da fine giugno fino ai primi di settembre. Servono: 60 foglie di basilico genovese, 300 gr di zucchero, 1 litro di grappa bianca, 2 limoni non trattati. Dopo aver ben lavato le foglie di basilico riponetele in un contenitore ermetico da 2 litri insieme alla buccia di limone (solo la parte gialla) tagliata sottilissima. Lasciate in infusione per 20 giorni, dopo filtrate e versate nella bottiglia. Conservare in luogo fresco e scuro.

Liquore di cedrina: ottimo digestivo. Si prepara da giugno a settembre. Servono 200 foglie di cedrina, scorza di 4 limoni, 1 litro alcool a 95°, 1 litro acqua e 1 kg di zucchero. Si lavano le foglie e la parte gialla della scorza dei limoni. Si mettono in infusione le foglie e la scorza. Si scalda l’acqua e si scioglie lo zucchero dopodiché una volta lasciata raffreddare si versa il tutto nello stesso posto dell’infuso. Fare riposare per almeno un mese. Filtrare ed imbottigliare.

Liquore delle tredici erbe: digestivo. Si prepara da giugno a settembre. Si lavano 3 foglie di salvia, di menta, di cedrina, di basilico, limone, alloro, rosmarino, 3 chiodi di garofano, 3 fiori di camomilla, 3 bacche di ginepro, mezza stecca di cannella, mezza stecca di vaniglia, 400 gr di zucchero, 400 gr acqua e 400 gr alcool. Mettete in infusione in un vaso di vetro tutte le erbe lavate e le spezie con l’alcool. Lasciate riposare per 3 giorni. Passato questo periodo sciogliete lo zucchero in acqua calda ed una volta raffreddato il tutto aggiungetelo all’infuso. Lasciate riposare altri 3 giorni. Filtrate ed imbottigliate.

Nocino modenese: digestivo. Si prepara per San Giovanni a settembre raccogliendo 30 noci con il mallo ancora verde. Servono inoltre 750 gr di zucchero, 2 gr di cannella, 10 gr di chiodi di garofano, 10 chicchi di caffè, la scorza di un limone tagliata a pezzi, 1 litro e ½ di alcool 95° e 400 gr acqua. Si tagliano le noci in quattro parti e le si mettono in una damigiana a bocca larga insieme agli altri ingredienti. Si espone al sole per 50 giorni, agitando spesso. Successivamente si filtra e si imbottiglia. Spesso si lascia in infusione per un anno e si imbottiglia per il successivo San Giovanni.

Secondo nocino: aperitivo. Ingredienti: 30-33 noci già usate per l’infuso del nocino, 2 litri di ottimo vino bianco secco o due litri di vermouth chinato. Al momento di filtrare il nocino, tenete da parte i malli delle noci. Aggiungete il vino bianco e lasciate al sole per un mese. Filtrate ed imbottigliate.

Grappa all’ortica: digestivo e tonico. Raccogliere 20 foglie di ortica, prima che la pianta fiorisca, aggiungere 40 gr di zucchero, 1 scorza di limone e 1 litro di grappa. Lasciare macerare per tre mesi. Filtrare ed imbottigliare.

Liquore alla melissa: si prepara da giugno ad agosto. digestivo e corroborante. Servono due belle manciate di foglie di melissa appena raccolte, la scorza di un limone non trattato, 3 chiodi di garofano, un pezzo di cannella, 300 gr di zucchero, 300 gr acqua e 1 litro di alcool a 95°.Mettere tutti gli ingredienti nel vaso ermetico e lasciare macerare per tre settimane scuotendo il vaso due volte al giorno. Filtrare, imbottigliare e lasciare invecchiare per due mesi.

Limonino: dissetante, digestivo pieno di vitamine. Sono necessari 7 limoni, 15 foglie fresche di limone, ½ litro di alcool 90°, 400 gr zucchero e ½ litro acqua. Fare macerare nell’alcool la scorza di 6 limoni e le foglie, lasciando riposare per 15 giorni e scuotendo ogni tanto. Dopodiché aggiungere il succo di un limone e lo zucchero ben sciolto a freddo nell’acqua. Chiudere e fare macerare per altre 24 ore. Filtrare ed imbottigliare. Invecchiare per almeno un mese.

Laurino: digestivo. Si prepara a fine estate. Servono 400 gr di bacche di lauro (prunus lauroceraso), 350 gr. Zucchero, 350 gr acqua e 400 gr alcool 90°. Sciolto lo zucchero nell’acqua calda, una volta raffreddato lo si versa nella damigiana a bocca larga con tutto il resto degli ingredienti. Una volta macerato per un mese, rifiltra ed imbottiglia. Consumare dopo 3 mesi di stagionatura. Le bacche devono essere ben mature, ossia nere e il periodo è solitamente tra agosto e settembre. Il liquore può essere più o meno dolce in funzione dello zucchero. La dose qui indicata è la dose massima.

Liquore di rose: dissetante ed aromatizzante di dolci. Servono 50 gr di petali di rose profumate raccolte di primo mattino, 1 litro alcool a 95°, 1 litro acqua e 500 gr zucchero. Chiudere nel vaso ermetico i petali di rosa e lo zucchero esponendo il tutto al sole per alcuni giorni, scuotendolo spesso. Quando lo zucchero si è sciolto aprire il vaso e aggiungere l’acqua e l’alcool. Chiudere, agitare aspettare 15 giorni, filtrare ed imbottigliare.

Ratafià di ciliegie nere: si prepara da maggio a giugno. Digestivo e aromatizzante dei dolci. Servono 300 gr di ciliegie nere mature, 1 litro alcool a 95°, 200 gr zucchero e ½ litro acqua. Sciogliere lo zucchero nell’acqua calda e pestare le ciliegie. Mettete lo sciroppo di zucchero, le ciliegie e l’alcool nel vaso di vetro e chiudete. Lasciare macerare per tre mesi, mescolando ogni tanto. Filtrare ed imbottigliare.

Liquore al rosmarino: si prepara in primavera estate ed è un aromatico-digestivo. Lavate ed asciugate il ramo di rosmarino, dopodiché staccate tutte le foglioline e mettetele in infusione nel vaso di vetro, per 40 giorni al buio, con 1 litro di acquavite bianca 40° e 20 zollette di zucchero. Filtrate ed imbottigliate.

Grappa alla salvia: digestivo. Lavate 20 foglie di salvia ed asciugatele. Mettetele in infusione per 1 mese in un vaso ermetico di vetro con 300 gr di zucchero e 1 litro grappa. Imbottigliate e consumate.

Elisir alla menta: si prepara da maggio a settembre. Da bere come digestivo, contro il mal d’auto o di mare e come dissetante se allungato con dell’acqua. Ingredienti: 30 gr menta fresca, 2 foglie di basilico, 2 foglie di limone, un pizzico di fiori di camomilla ed uno di semi di anice, 250 gr di alcool, 300 gr zucchero e 300 gr acqua. Pulire con uno straccetto le foglie di menta. Mettete la menta, il basilico, le foglie di camomilla e i semi di anice in infusione nell’alcool nel vaso di vetro. Lasciate in infusione per 8 giorni, scuotendo ogni tanto il recipiente. L’ottavo giorno preparate lo sciroppo caldo portando a bollore l’acqua e versandovi lo zucchero. Passate l’infuso attraverso un colino ed unitelo allo sciroppo. Filtrate ed imbottigliate.

Mirtillino: digestivo e tonico. Distribuite in due bottiglie 600 gr di mirtilli, 600 gr di grappa e 300 gr di zucchero. Chiudete ermeticamente e lasciate riposare per tre mesi al buio. Periodo agosto-settembre.

Brodo di giuggiole: molto dolce, rocco di vitamina c e zuccheri. Per il fatto che è molto dolciastro esiste il detto ” sono in brodo di giuggiole”. Servono 1 chilo di giuggiole, un chilo di zucchero, 2 grappoli di uva zibibbo, 2 bicchieri di vino bianco, 2 mele cotogne un limone e acqua. Aggiungere in un tegame le giuggiole lavate e ricoprirle di acqua. aggiungere l’uva e lo zucchero. Cuocere 1 ora a fuoco lento, mescolare. aggiungere le mele prive di buccia (tagliate sottili) e il vino. Alzare la fiamma e fare evaporare il vino. A fine cottura (quando si sta raffreddando), aggiungere la buccia di limone grattugiato, passare il composto con un colino e invasare a caldo. Capovolgere il vaso e fare raffreddare.

Infuso di Aloe Arborescent: 350 gr di foglie di Aloe Arborescens, 350 grammi di miele naturale di qualità (non artificiale e non millefiori), 10 ml di grappa, pari a un cucchiaino (non vanno bene alcool, vino, birra o liquori). Si prepara al buio. Si toglono con un coltello le spine dalle foglie, si tagliano a pezzetti. Si mettono nel frullatore insieme al miele e alla grappa. Conservare in frigorifero in un contenitore chiuso al buio preferibilmente coperto con carta stagnola.

Liquore alla liquirizia:  In un contenitore ermetico mettere gr. 600 di acqua tiepida e gr.100 di liquirizia pura. Lasciare insieme per 24 ore mescolando ogni tanto. Fare bollire 1 litro di acqua, aggiungere 1 kg di zucchero. Fare intiepidire. Aggiungiere 600 gr di alcool, mischiare il tutto e colare. Imbottigliare e non bere prima di 10 giorni.

Liquore alla cioccolata: 165 gr. di caco amaro, 1 kg. di zucchero, 200 gr. di alcool a 95° e 1 lt di acqua. In una casseruola mettete un litro abbondante di acqua con lo zucchero. Fate bollire per 15 minuti. A parte stemperate il cacao con un po’ di questa acqua zuccherata ed ancora ben calda. Aggiungete poco alla volta tutto il resto dell’acqua, mescolando con cura. Riportate in ebollizione e fate bollire per 30 minuti. Levate dal fuoco e raffreddate. Aggiungete l’acool e imbottigliate.

Se cerchi le bottiglie di vetro di tutte le misure, i tappi, i filtri e tutto quello che serve per i liquori fatti in casa puoi andare nel nostro negozio on-line